Otite, cause, sintomi e trattamento

otite copertina

Articolo realizzato in collaborazione con il Dottor Giorgio Bortesi, Medico Specialista in Otorinolaringoiatria.

L’otite, comunemente chiamata “mal d’orecchio”, è una patologia a carico dell’orecchio medio o esterno e se non viene correttamente trattata può causare conseguenze serie. 

In questo articolo approfondiamo come si manifesta, quali sono i principali sintomi, le cause e anche le possibilità di trattamento. 

Che cos’è l’otite

L’otite è un’infiammazione dell’orecchio che si può distinguere in esterna o media, in base all’area dell’organo che viene colpita. 

Nel caso di otite esterna possono essere interessati il padiglione auricolare ed il condotto uditivo che lo separa dalla membrana timpanica.

Nel caso dell’otite media invece ad essere colpita è la cavità posizionata nella parte interna del timpano.

Quali sono le principali cause dell’otite

L’otite può avere diversi tipi di cause: 

  • nel caso dell’otite esterna tra le cause principali ci sono infiammazioni batteriche determinate in particolare da patogeni come lo Staphylococcus aureus o Pseudomonas aeruginosa;
  • quando invece l’origine dell’otite esterna è virale, i patogeni responsabili possono essere i virus erpetici;
  • possono esserci anche traumi locali, dovuti all’utilizzo per esempio di cotton fioc;
  • altre cause possono essere malattie della pelle come le dermatiti e malattie croniche come il diabete;
  • l’otite media, invece, è spesso una complicanza delle infezioni delle vie respiratorie superiori, per esempio raffreddori e faringiti provocati da virus e batteri. 

Quali sono i sintomi più comuni dell’otite

I sintomi dell’otite possono variare a seconda della zona dell’orecchio colpita dall’infezione, ma i principali sono:

  • otalgia, quindi dolore durante la masticazione;
  • forte prurito;
  • arrossamento e gonfiore;
  • secrezione di pus;
  • abbassamento dell’udito. 

Come si effettua una diagnosi e quali sono i trattamenti

In caso si presentino alcuni dei sintomi indicati e persistano per alcuni giorni, è importante sottoporsi ad una visita specialistica otorinolaringoiatrica

Lo specialista, attraverso l’otoscopio, può verificare se la membrana del timpano è arrossata e sporgente verso l’esterno per la presenza di pus nell’orecchio medio. 

In caso di abbassamento dell’udito può essere eseguito anche il test audiometrico, che è l’esame dell’udito.

Dopo aver confermato la diagnosi di otite, lo specialista può consigliare vari trattamenti: a seconda del tipo di otite e del grado di severità della patologia, la cura può consistere in medicazioni e lavaggio del condotto uditivo esterno con gocce prescritte dallo specialista e nell’assunzione di farmaci come antibiotici, a cui si può affiancare il cortisone e anche antidolorifici o antinfiammatori, per i casi più seri.

Presso il Valparma Hospital è possibile sottoporsi ad una visita specialistica otorinolaringoiatrica: se desideri maggiori informazioni, non esitare a contattare il nostro ufficio accettazione.